Francesca Marini

Francesca Marini

Nasce come cantante solista esibendosi in prestigiosi locali; nelle sue serate ha sempre omaggiato le grandi interpreti internazionali, tra cui Edith Piaf e Amalia Rodrigues, dove stili e culture musicali molto diversi hanno creato in lei, una poliedricità artistica inimitabile che attualmente, ne fa una delle voci più belle del nostro panorama artistico. Nel 1994 è finalista di Sanremo Giovani al Teatro Ariston di Sanremo con il brano “Come ti ricordo io”. Nel 2000 Nino D’Angelo la sceglie per duettare nel brano “Me spiezze’o core” diventato poi colonna sonora del film musical “Aitanic” di cui lo stesso D’Angelo è anche regista e autore!

Vanta delle importanti collaborazioni teatrali con Marisa Laurito e debutta con successo in “Cantata d’ammore – 900 napoletano” con Lello Giulivo ad Andy Luotto, per la regia di Bruno Garofalo. Nel 2003 il maestro Peppe Barra la scrittura per uno dei suoi più famosi spettacoli teatrali, “La cantata dei pastori”, e le assegna un doppio ruolo: quello della Madonna e del pastorello Benino. La collaborazione con Peppe Barra seguirà anche con altri spettacoli teatrali tra cui: “La favola di Amore e Psiche” con Andrè De La Roche e “Incanti di Natale” (spettacolo basato su canti e racconti della tradizione natalizia partenopea) e soprattutto duettando con il maestro nel suo ultimo cd intitolato “N’attimo“, dove Francesca è presente in due brani.

Nel 2008 il maestro Claudio Mattone fa di Francesca una sua produzione discografica dando cosi’vita al cd “Anime napoletane 2“; sempre con la regia di Claudio Mattone, insieme al gruppo vocale “Neri per caso” è guest star nello spettacolo di Sal da Vinci “Anime Napoletane”. Nel 2007 la Società Sportiva Calcio Napoli, per il ritorno degli azzurri in serie A, la invita insieme ad Alessandro Siani, Gigi D’Alessio, Gigi Finizio e Sal Da Vinci, ad esibirsi allo stadio San Paolo in occasione dei festeggiamenti. Per anni è stata pioniera delle tv satellitari diventando così beniamina indiscussa dai nostri connazionali all’estero e portando in giro per il mondo , con grande rispetto, la melodia partenopea.

Nel 2012 il critico musicale Pietro Gargano, nel suo ultimo lavoro intitolato “Nuova enciclopedia della canzone napoletana”, le dedica quattro pagine nel quarto volume, tributandole meriti ed elogi più che lusinghieri! Nel febbraio 2013 viene provinata e scritturata dal regista Gaetano Liguori, prestigiosa firma teatrale, per due spettacoli intitolari:”Al di là del mare” e “Napoli in giacca e paglietta”. Nel 2013 è diretta dal maestro Leonardo Quadrini, con la grande orchestra sinfonica Cjaicowsky composta da 110 elementi, in un tour che tocca tutte le principali località costiere italiane.

Dal 2014 ad oggi è una produzione del Teatro Totò. Con la regia di Gaetano Liguori porta in scena spettacoli come: ”Pascià”, con Federico Salvatore e Peppe Lanzetta, e spettacoli musicali come “Canto d’amor”,” Emozioni”,e “Mia cara città”, che la vedono come protagonista assoluta fino ad arrivare nel 2017 al grande successo di “Verso il mito..Edith Piaf“, la storia del passerotto francese portata in scena con Massimo Masiello.

 

Condividi sui tuoi social preferiti:

Facebook
Twitter
Follow by Email
RSS